LOADING...

Pro Loco Castrofilippo

Associazione di Promozione Turistica, Culturale, Sociale e Sportiva


Arcobaleno blog

» L’Arcobaleno blog » Edizioni de L’Arcobaleno
Condividi questa pagina su...
Seguici su...


Post più letti

Categorie



Piccole curiosità

Castrofilippo, la Storia
di Calogero Cinquemani, pubblicato il: 16/07/2016 in: , Letto: [808] volte

Palazzo Castrofilippo - PalermoIl toponome Castrofilippo, è incerto in quanto, sia dai documenti sia dall'atto di fondazione, non si evince la dedica specifica. Le ipotesi più accreditate sono due e cioè: una che fosse dedicata a Filippo II re di Spagna e di Sicilia al tempo della concessione della "Licentia Populandi", l'11 gennaio 1576; la seconda che siccome passò del tempo, prima che fosse esecuriata, quasi tre anni, sia stata fatta in onore del futuro Filippo III nato nel 1578. C'è comunque dell'altro; che sia derivato dal nome di uno dei vari Filippo e Carlo Filippo Cicala, parenti stretti dei Monreale che, anche se ebbero un ruolo marginale, finanziariamente stavano bene e poterono aiutare molto il detto Stefano. 

Lo stesso toponome è stato causa di dissonanze, perchè alcuni vogliono dire che derivi dal latino "Castrum", cioè luogo fortificato, punto fisso insomma, ed altri che sia "Castri", cioè accampamenti mobili fortificati.

La parlata castrofilippese risente molto delle influenze delle dominazioni, specialmente la spagnuola; difatti troviamo dei dittonghi classici della lingua iberica, comuni a molti paesei del circondario. Pe esempio: Canicattì ha il dittongo "uè" e noi, come i naresi - racalmutesi - grotesi - quello di "uò".

Il comune ha un territorio di circa 18 Kmq (con precisione 17,96 Kmq). E' ubicato a 470 m sul livello del mare (casa municipale) con un minimo di 350 m. in contrada Bigini e un massimo di 590 m. in contrada Castelletto. Il suo territorio è sfruttabile nel 95% della totalità.

A Castroflippo la misura terriera è il Tumulo di 2.361,46 mq., suoi multipli sono: la Salma, 16 Tumoli;  il Mondello, 1/4 di Tumulo; la Quarta, 1/16 di Tumulo e la Quartiglia, 1/64 di Tumulo. La misura delle abitazioni, invece, è il "Luocu" mq. 36. 

Castrofilippo confina: a Nord con Racalmuto (dista 11 Km.), a Sud con Naro (dista 13 Km.), a Est con Canicattì (dista 9 Km.), a Ovest con Favara (dista 13 Km.). Distanza da Agrigento 25-30 Km., se dalla vecchia o nuova strada, da Palermo 125 Km. Fa parte del settore di Canicattì per gli uffici sanitari e giudiziari prmari, nonchè del Circolo Scolastico, mentre fino al secolo scorso faceva parte del mandamento di Naro. Castrofilippo è dotato di 2 scuole elementari, di 1 scuola media inferiore e di 1 scuola materna. 

A Palermo si trova una vecchia via dedicata a Castrofilippo. Essa fa angolo con la via Alloro, adiacente all'abitazione che fu dei Duchi di Castrofilippo. Questo palazzo (vedi foto sopra) è a tre piani e vi è un'aquila con lo stemma del Casato. Il pittore Giuseppe Bagnasco, eseguì un ritratto della Duchessa di Castrofilippo nel 1858; oggi si trova nel palazzo Mazzarino, sempre a Palermo.

Censimenti

Anno Popolaz. Anno Popolaz.
1595 258 1901 4203
1630 784 1911 4871
1652 1116 1921 5087
1713 868 1951 4815
1759 1021 1971 4130
1798 1471 1981 4050
1800 1550 2010 3034

Scuola - alfabeti (persone che sanno almeno firmare)

Anno persone alfabete
1850 4%
1900 9%
1935 15%
1955 35%
1965 75%
1985 95%

 

(Tratto da "Castrofilippo 4000 anni di cronache - Calogero Serravillo)