LOADING...

Pro Loco Castrofilippo

Associazione di Promozione Turistica, Culturale, Sociale e Sportiva


Arcobaleno blog

» L’Arcobaleno blog » Edizioni de L’Arcobaleno
Condividi questa pagina su...
Seguici su...


Post più letti

Categorie



Il Natale e la Pro Loco

Pro Loco Castrofilippo, Associazione attiva
di Mario Messina, pubblicato il: 08/01/2014 in: Pro Loco, Letto: [1419] volte

Arriva Natale e Castrofilippo si ripopola! Tutti coloro che per motivi di studio o lavoro abitano fuori tornano nella loro terra natia per passare in famiglia questi giorni festosi; si parte con le grandi abbuffate, passando per le interminabili giocate a carte e le miriadi di regali da scartare. Pro Loco e NataleQuest’anno però in paese si respira un’aria diversa, complice la presenza attiva dell’Amministrazione comunale e delle associazioni parrocchiali così come della nostra associazione.

La Pro Loco Castrofilippo ogni anno nel periodo natalizio (e non solo!) ha sempre cercato di creare degli eventi in grado di portare la tanto agognata aria natalizia, basti pensare agli ormai annuali concorsi del presepe e dell’albero di Natale così come alla mostra di Bambinelli del 2011 e a Presepiando. Quest’ultima iniziativa è nata per valorizzare la creatività e la manualità di ogni singola persona celebrando l’evento biblico della venuta di Cristo. Giunti ormai alla seconda edizione, quest’anno vi sono in mostra più di 150 presepi dalle forme più disparate e assemblati con i materiali più comuni, più banali, più impensabili. ‘Pane, pasta, stoffa, legno, sughero, gesso, cartone, tappi… ogni materiale inserito in quel contesto e plasmato dall’atto creativo sprigiona le sue qualità “nascoste” perdendo la funzione data dall’uso comune e divenendo parte insostituibile del “corale” messaggio espressivo.

Così un semplice bottone può diventare un volto… un cannolo siciliano un bimbo in fasce… dei fiori secchi un abito… e via discorrendo sino all’uso degli oggetti più strani.’ (c.s. 24/12/13) La maggior parte dei presepi è stata realizzata dai ragazzi della Scuola Media “G. Galilei” di Raffadali che hanno dato sfogo alla loro vena creativa coinvolgendo amici e intere famiglie; nonostante l’evento sia stato pubblicizzato per tempo Castrofilippo ha risposto con circa di dieci presepi perdendo nuovamente l’occasione di mettere in mostra la bravura e le capacità artistiche che ci hanno contraddistinto in vari ambiti.

Un altro momento assai importante durante queste feste è stato “C’era una volta il Natale”, serata organizzata con la collaborazione dell’assessore Giuseppe Ippolito (Assessorato alla cultura, arte istruzione, politiche giovanili e integrazione sociale), dove si è fatto un raffronto tra le antiche tradizioni e le odierne usanze del periodo natalizio analizzando  vari temi: la simbologia, la musica, la letteratura e l’aspetto culinario. È stata l’occasione per riscoprire le nostre tradizioni e capire come queste si sono evolute nel tempo grazie al contributo vivo e unico di chi ha qualche anno in più e ha vissuto sulla propria pelle questo cambiamento così come di esperti chiamati appositamente per l’evento. Dispiace l’esigua partecipazione dei Castrofilippesi così come dell’Amministrazione ( che vi siano eventi di serie A e altri di serie B?! Ai posteri l’ardua sentenza..), poiché si è persa l’opportunità per capire veramente da dove veniamo e verso dove andiamo.

Tutto sommato, come detto all’inizio dell’articolo, sembra che la nostra cittadina sembra si stia svegliando dal torpore nel quale era assopita, una testimonianza sono i presepi sparsi per il paese fatti da privati e non, ai quali va un grande plauso e una riconoscenza immensa per aver creato angoli da cartolina unici. Basta poco per dare una svolta al nostro paese, magari sarà proprio il 2014 l’anno del cambiamento che potrà avvenire soltanto se ognuno di noi  sacrifica un pò del proprio tempo per la nostra cittadina.

Mario Messina