LOADING...

Pro Loco Castrofilippo

Associazione di Promozione Turistica, Culturale, Sociale e Sportiva


La Pro Loco

» Chi siamo » Dove siamo » Organigramma » il Logo » Tesseramento » Pubblicità e trasparenza » Statuto » Comunicati stampa » Contatti » Pro Loco gadget » Leggi l’Arcobaleno d’Italia
Condividi questa pagina su...
Seguici su...


Chiesa Madre

Chiesa Madre

Santuario di S.Antonio Abate

Santuario di S.Antonio Abate

Chiesa del Sacro Cuore di Gesù

Chiesa del Sacro Cuore di Gesù



"La Duminica ti cuntu..."

Rubrica fotografica a cura di Pro Loco Castrofilippo, Servizio Civile Universale UNPLI

"LO STEMMA COMUNALE"

Lo sapevi che...

Castrofilippo quest’anno ricorda il 90° anniversario del riconoscimento ufficiale dello stemma comunale approvato nel 1929. L’attuale blasonatura fu ottenuta a seguito del sollecito da parte del Prefetto di Agrigento che chiedeva ai Podestà di adeguare gli stemmi alle disposizioni della circolare 512 del 23/04/1927. Dopo numerose ricerche, portate avanti dall’allora Podestà Luigi Rinaldi, venne recuperato lo stemma che era stato depositato presso l’Archivio di Stato di Palermo nel 1818 e che era utilizzato correntemente a Castrofilippo; questo infatti si trovava affrescato sul soffitto della sala d’attesa del palazzo municipale e impresso sul fonte battesimale della chiesa Madre. Purtroppo però oggi non è possibile prenderne visione in quanto negli anni ’60, il soffitto è stato rifatto e il fonte battesimale è stato rimosso. Tuttavia sono note delle riproduzioni di ciò che era possibile vedere sul soffitto del palazzo del Comune, che rendono l’idea di quello che fosse lo stemma comunale già prima del 1929, anno in cui arriva la definizione ufficiale con un decreto approvato dalla Consulta Araldica e firmato da Benito Mussolini. La blasonatura, che comprende gli emblemi delle quattro famiglie che hanno retto Castrofilippo (Cicala, Montaperto, La Farina, Monreale), è la seguente:

[...]"di rosso, all'aquila spiegata d'argento, coronata d'oro, con in petto uno scudetto partito: nel 1° di rosso, al castello di nero; nel 2° pure di rosso a tre bande d'oro, alternate da sette rose dello stesso, poste 1-3-2-1." [...]

In assenza di testimonianze dirette dello stemma antecedenti il decreto del 27 Maggio 1929, interessante risulta quello inciso su lastra metallica e affisso alle porte del cimitero comunale, risalente agli anni Trenta, quindi coevo alla concessione, che rispecchia le nuove e ufficiali caratteristiche araldiche tutt’oggi in uso.
Leggi la pagina relativa

Letto 420 volte


"LO STEMMA COMUNALE", foto della settimana